Giancarlo Locarno: Gu Cheng – Occhi neri per cercare la luce (Neobar eBooks)

Tra gli autori cinesi contemporanei che meno ha subito l’influsso dell’occidente. Le sue poesie respirano l’atmosfera della poesia cinese classica, sfrutta l’intrinseca particolarità dei caratteri di non specificare il numero, spesso il genere e i tempi verbali, per costruire una poesia nella quale si conta anche sulla sensibilità del lettore, per interpretare una sorta di imprecisione calcolata. Io ci vedo anche qualcosa di infantile, e un buio che poco a poco esce dal profondo della sua personalità.

Giancarlo Locarno

Giancarlo_Locarno_Gu Cheng_Neobar_eBooks_

 


Una risposta a "Giancarlo Locarno: Gu Cheng – Occhi neri per cercare la luce (Neobar eBooks)"

  1. Una poesia che ha una sua dimensione onirica, di una compattezza che vive di di forti chiaroscuri, riducendo e allargando repentinamente distanze spaziali e temporali. Di una luce siderale che sorge dall’interno, ponendo l’attenzione sulla fragilità, che svuota e soffoca ogni passione.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...