Inediti di Stefano Bulfone (Wulf)

CONSIGLI PER SCRITTURA (NON RICHIESTI). Sii gentile con la parola, levigala, lucidala, rispettala. Sii gentiluomo con la parola, falla passare per prima o introducila. Poi, simmetricamente ma con intensità uguale… sii brutale con la sintassi, sferzala, battila, forgiala. Sii bastardo con la sintassi, ignorala o sbattila fuori. Poi, parallelamente e con maggiore vigore… Sii impavido … More Inediti di Stefano Bulfone (Wulf)

Girotondo quasi obliquo e altri inediti di Franco Intini

* Franco Intini componimenti (2020-22) GIROTONDO QUASI OBLIQUO Tutti intorno all’uomo nero. Toh! Ecco un attimo di giornata, trancio di tonno e chiusura lampo è la mazurka di periferia… E dunque la donzelletta vien dalla campagna. Bella. Dolce e chiara la chioma di polpessa E quest’è! Una lettera di presentazione. Il curriculum di poeta o … More Girotondo quasi obliquo e altri inediti di Franco Intini

Poesie da”Faust chiama Mefistofele per una metastasi” di Franco Intini

Ne è passato di tempo da quando Baudrillard accusava Dio di insidertrading in quanto autore di atti terroristici quali l’uragano Katrina o la Sars. Con disinvoltura, Francesco Paolo Intini pronuncia enunciati nei quali sembra in azione  un pilota automatico che si muove in un ecosistema segnico di tipo cibernetico. Nella sua poesia le parole affiorano dalla … More Poesie da”Faust chiama Mefistofele per una metastasi” di Franco Intini

Zebù bambino di Davide Cortese, nota critica di Pietro Romano

Zebù bambino di Davide Cortese (Terra D’Ulivi 2021, collana «Deserti luoghi» a cura di Giovanni Ibello) traspone il discorso poetico entro un immaginario linguistico nel quale la figura-protagonista, Zebù bambino, assume, nei confronti della parola, una funzione liminare. L’ironia che fin dal titolo dissimula questo particolare procedimento linguistico (Zebù bambino suona come una parodia di … More Zebù bambino di Davide Cortese, nota critica di Pietro Romano

TUTTA LA TERRA CHE CI RESTA di Silvia Rosa

Dalla prefazione di Elio Grasso: […] Silvia Rosa, accuratezza visiva alla mano e nella borsa cose difficili da descrivere, ottiche e microcircuiti d’energia oltrepassanti la forza umana, percepisce (e, a valle, scrive) acutamente la verità e le relazioni di un ammasso estetico-tecnologico che da Ovest a Est, da Cupertino a Shenzen, ha occupato tutti i … More TUTTA LA TERRA CHE CI RESTA di Silvia Rosa

Stefano Vitale – SI RESTA SEMPRE ALTROVE –

Stefano Vitale SI RESTA SEMPRE ALTROVE Prefazione di Alessandro Fo – Postfazione di Alfredo Rienzi Puntoacapo edizioni 2022 In quest’ultima tappa del suo percorso poetico, Stefano Vitale prosegue l’insistita esplorazione del mondo e del proprio esserci, del divenire in esso e del nominarlo. Il titolo, schietto e icastico al tempo stesso, confessa come l’azione di … More Stefano Vitale – SI RESTA SEMPRE ALTROVE –

Giancarlo Locarno:  Schwester  

Ma vai falco sparviero sulla città che cammina con buona ramogna dal marembraccio oltre il fremere inconsciamente inabile del cerchio meridiano inchiavardato a bietta. Fuga dagli alberi dipinti dagli oceanici agglomerati verticali di balene. Finalmente un soggetto compie un’azione un sanguineto goccia tra i serti umbre nere di frenaglia corre una passerella scrostata sorretta da … More Giancarlo Locarno:  Schwester  

Continua… La Rivoluzione degli Eucalipti!

Continua… La Rivoluzione degli Eucalipti!  La notizia del prolungamento della Mostra di Nina Maroccolo “La Rivoluzione degli Eucalipti” (inaugurata a Roma, il 14 Maggio, presso la Galleria d’Arte Moderna di via Francesco Crispi, doveva chiudere a fine Agosto, ma sarà prorogata fino al 10 di Ottobre), è davvero una bella cosa. Grazie al placet della … More Continua… La Rivoluzione degli Eucalipti!

“Per segni accesi” di Annamaria Ferramosca

In questo nuovo libro di Annamaria Ferramosca l’auspicio naturale pare essere quello di una rigenerazione, di un nuovo originarsi planetario e umano, che spontaneamente fluisca verso un sentire collettivo, una comunità umana futura che abbia abbattuto i confini dello spazio e del tempo. Se la voce illumina, la prima cosa a venire illuminata dai segni … More “Per segni accesi” di Annamaria Ferramosca

“Poesia per Kabul e la tristezza orrida” di Monica Baldini

Quei corpiil dolore che scendein bassostroncato dalla speranzadi salvarsidi volare. Eppure è vero è realequel dolorechespinge all’assurdopur di illudersi chemorire in quota siameglio. Corsa folledisperata,la sola che anima.Il desiderio difuggiree andarsene.Come si puòimmaginarel’incubo. E cosa ne saràdi chi restadegli alleati all’Occidentedi quell’Occidente potenteche ha fallitodelle donnedei bambinicosa ne sarà? Corridoirimpatriasilo20 anni sprecati400 mila in fugaper … More “Poesia per Kabul e la tristezza orrida” di Monica Baldini

Per Gino Strada: IL MEDICO BUONO, di Plinio Perilli

Il Medico Buono (a Gino Strada – 1948/2021: “chirurgo di guerra,” così amava definirsi, e “fondatore di Emergency”) Il Medico Buono volle anzitutto curare gli ultimi, i dannati della Storia, che è quasi sempre il peggiore dei mali… Il Bene invece è farlo, costruire il miracolo d’un ospedale dove anche un virus soffre ad abitare, … More Per Gino Strada: IL MEDICO BUONO, di Plinio Perilli