Stanze d’isola, di Giovanni Luca Asmundo. Selezione di testi di Fernando Della Posta

Sin dai titoli – prologo, parodo, epiparodo, esodo – si dispiega il manifesto poetico di Asmundo: l’affresco di una mitica e teatrale Magna Grecia, in cui la vita è intesa come rappresentazione tragica o come parodia platonica. [… ] Tutto è visto sotto l’aspetto della caducità. Il presente è già passato, prim’ancora che si dipani. … More Stanze d’isola, di Giovanni Luca Asmundo. Selezione di testi di Fernando Della Posta

Abele Longo: Lungo la Domitiana (a Giovanni Izzo)

Lungo la Domitiana (a Giovanni Izzo)     La luce pervade la carta nella camera oscura banchettano con le bambine arrivate dal Ghana   calcinacci in mare spranghe siringhe diveltano il dolore esplode sotto i piedi del lenone che calcia un barattolo per strada chimici nella bacinella anticipano l’attimo del parto si aprono le immagini … More Abele Longo: Lungo la Domitiana (a Giovanni Izzo)

Vincitori Premio “Costruire la Città Terrestre”. Danilo Dolci, per una nuova etica ambientale

Associazione Festival per la legalità –Terlizzi (http://www.cittacivile.it/ https://www.facebook.com/CittaCivileTerlizzi/) Rivista Neobar (https://neobar.org/) Siamo lieti di comunicare i vincitori della prima edizione del Premio di narrativa, poesia e fotografia in bianco e nero: “Costruire la Città Terrestre”. Danilo Dolci, per una nuova etica ambientale: Sezione Narrativa Categoria “Studenti del triennio delle scuole secondarie di secondo grado” Vincitrici … More Vincitori Premio “Costruire la Città Terrestre”. Danilo Dolci, per una nuova etica ambientale

Giovanni Paolo II e Kurt Vonnegut a braccetto

forse non sono in grado di pensare appieno il tuo pensiero: come più volte già attestato qui e altrove, a causa di una malformazione cerebrale congenita, soffro di celiachia religiosa. tale menomazione mi impedisce di assimilare alla realtà tutto ciò che “paru sia”, ma non è (tipo fantasmatiche presenze e/o animistiche essenze). chissà… magari con … More Giovanni Paolo II e Kurt Vonnegut a braccetto

Sabatina Napolitano – cinque poesie da “Scritto d’autunno”.

Non è ancora una volta subire una miscelazione, un’ibridazione: è necessario avvicendare ogni cosa che attiene al suo centro. Ieri subivo un’ibridazione, oggi ne subisco un’altra, domani ancora subiamo ibridazioni possibili: la mente, quale ibridazione è migliore all’ispirazione. L’amore è legato ad una esperienza superiore dei sensi, ad informazioni sensitive e sensibili che ti entrano … More Sabatina Napolitano – cinque poesie da “Scritto d’autunno”.

Adalgisa Nery tradotta da Emilio Capaccio

Che colpa avevo di vivere lealmente le realtà del mio mondo governato dai miei sensi? A. N.   Adalgisa Nery (Rio de Janeiro, 29 ottobre 1905 – Rio de Janeiro, 7 giugno 1980) è stata una poetessa, scrittrice, giornalista e politica brasiliana. Pubblicò la sua prima raccolta di poesie, intitolata Poemas, nel 1937. L’opera, dalle … More Adalgisa Nery tradotta da Emilio Capaccio

Paolo Vincenti: A ogni giorno il suo affanno – Il politico di paese (4)

Il politico di paese Pesti della convivenza civile, vergogna di una comunità, sono i politici di paese. Seminatori di sospetti e dicerie, più doppi di una moneta fuori corso, più falsi di una Lacoste contraffatta, più puzzolenti di un caprone, più rapaci di un condor, più furbi di una volpe, più menagramo di un gufo, … More Paolo Vincenti: A ogni giorno il suo affanno – Il politico di paese (4)