Anna Bertini, Fuori il silenzio ad ombra (Caosfera, 2018)

Un allegro e maldestro movimento danzante in un testo a serpentina, con enjambement e gioco di rime interne, a metafora del viaggio esistenziale. Vi è tuttavia, in questo sfaccettato e vivace universo poetico di Bertini, un fondo di riservatezza, un territorio da percorrere in solitaria, senza voltarsi indietro e senza prefigurarsi traguardi. Fuori il silenzio … More Anna Bertini, Fuori il silenzio ad ombra (Caosfera, 2018)

IDA MATER di Augusto Benemeglio

[…] Non è facile presentare Augusto Benemeglio, perché anche quando si avventura nei meandri della mente folle del poeta, anche quando perlustra i labirinti della genialità e dell’invenzione, è condotto da una logica stringente, inesorabile, che sa cogliere gli snodi e i meccanismi complessi dei sentimenti e delle scelte umane come un ingegnere concentrato sul … More IDA MATER di Augusto Benemeglio

“Il Consiglio d’Egitto” e le carte che servono a fare la storia. – Studenti Liceo Leonardo da Vinci di Terracina, a cura di Roberta De Luca

E la disperazione avrebbe accompagnato le sue ultime ore di vita se soltanto avesse avuto il presentimento che in quell’avvenire che vedeva luminoso popoli interi si sarebbero votati a torturarne altri; che uomini pieni di cultura e di musica, esemplari nell’amore familiare e rispettosi degli animali, avrebbero distrutto milioni di altri esseri umani: con implacabile … More “Il Consiglio d’Egitto” e le carte che servono a fare la storia. – Studenti Liceo Leonardo da Vinci di Terracina, a cura di Roberta De Luca

Iole Toini: “Corpo di pane” di Elisa Ruotolo

  Usatelo bene, il vostro dolore   ché non diventi mercanzia   né attiri corvi al pasto della pietà. Il passo di questo libro è caratterizzato da una statura eretta, conscia, capace di verità dolorose a cui non è chiesta alcuna pietà. E’ un libro attraversato da parte a parte da una insufficienza – l’insufficienza … More Iole Toini: “Corpo di pane” di Elisa Ruotolo

Giancarlo Locarno: Traducendo Mémoire di Rimbaud

Rileggere Rimbaud per me significa tornare all’origine del mio interesse per la poesia, al momento in cui dall’adolescenza si comincia a diventare adulti, con la paura di non essere attrezzati per affrontare il mondo così grande  e costituito da un amalgama  di cose troppo concrete, ma nello stesso tempo con una grande speranza nel futuro. … More Giancarlo Locarno: Traducendo Mémoire di Rimbaud