Fragole e sangue (Vassilis Nikolakopoulos)

Nei campi insanguinati di fragole i crimini continuano. Questa volta la mania omicida di tre caporali greci contro lavoratori disarmati che chiedevano il pagamento delle loro giornate di lavoro, ormai da sei mesi(!), si è scatenata contro i 200 immigrati, mandandone all’ ospedale 29. Come è stato riferito, i 200 lavoratori non pagati si sono … More Fragole e sangue (Vassilis Nikolakopoulos)

Francesco Greco: Pecore

PECORE , un racconto di Francesco Greco, tratto dalla raccolta “Culàcchi barocchi” Il pastore di Corfù si chiamava Demetrio e tutte le domeniche mattina, con la barchetta di due metri leggera come un fuscello s’avventurava, per una zuppa di pesce, nel mare spunnàtu (molto profondo) dove incrociò Ulisse di ritorno dalla guerra, l’eroe Achille dalla … More Francesco Greco: Pecore

Salento, le donne di un tempo protagoniste dell’8 marzo (Francesco Greco)

Quei “volti di carta” emergono quieti dal Novecento, da un passato perduto, ma non nei valori che invece sono immortali. Arrivano a noi, nell’epoca dell’hashtag, con dolcezza, ma anche la grande forza dialettica del loro vissuto. E ci raccontano storie che oggi che la trasmissione della memoria è soffocata dalla perfida gramigna della tv-spazzatura e … More Salento, le donne di un tempo protagoniste dell’8 marzo (Francesco Greco)

Giuseppe Resci, in Cina i racconti dell’inquietudine in b/n (Francesco Greco)

    ROMA – Un’inquietudine intensa, energica, decisa, vigorosa, magica: carica di bianchi e neri pronti a “fermare” il movimento del tempo e il senso del fluire delle cose, cercando in quell’attimo l’equilibrio dell’immagine per ricrearlo. Se è vero che “ci sono fotografi che guardano il mondo per farne fotografie e quelli che fanno fotografie … More Giuseppe Resci, in Cina i racconti dell’inquietudine in b/n (Francesco Greco)

Francesco Greco: Il 2013 è donna – Otranto, all’Alba dei Popoli

OTRANTO – Il 2013 è donna. E’ entrato pudico e pregno di belle promesse scacciando un anno vecchio che in tanti non vedevano l’ora di rottamare poiché è coinciso con sacrifici da lacrime e sangue, disastri d’ogni genere e default infiniti. E l’ha fatto portato dalle voci di donne dell’altro secolo, sulla frequenza della memoria … More Francesco Greco: Il 2013 è donna – Otranto, all’Alba dei Popoli

Cocumola, Pignotti: “Bodini amava la vita” (di Francesco Greco)

“Un paese che si chiama Cocumola / è / come avere le mani sporche di farina / e un portoncino verde color limone./ Uomini con camicie silenziose / fanno un nodo al fazzoletto / per ricordarsi del cuore. / II tabacco è a seccare, / e la vita Cocumola fra le pentole / dove donne … More Cocumola, Pignotti: “Bodini amava la vita” (di Francesco Greco)

Mediterraneo, mare nostrum e inquieto – (Gagliano, Lecce)

Mediterraneo, mare nostrum e inquieto   di Francesco Greco “Il Mediterraneo attende da tempo una grande opera sul proprio destino”: Predrag Matvejevic (“Breviario Mediterraneo”, Garzanti). Crocevia di etnie e culture, contaminazioni e fusioni: il Mediterraneo da millenni racchiude fra le sue sponde aspre e morbide e i flutti quieti e rabbiosi una ricca semantica sempre in … More Mediterraneo, mare nostrum e inquieto – (Gagliano, Lecce)

Neobar(occhi): Sorgenti Libere a Torre Vado

  di Francesco Greco.  Il popolo delle “Sorgenti” è in festa. Facebook, Twitter, YouTube rimbalzano in tutto il mondo la notizia. La VI sezione del Consiglio di Stato ha respinto la sentenza del Tar (Tribunale Amministrativo Regionale) di Lecce con un ulteriore rinvio rispetto al progetto di stabilimento balneare presentato della “A. & C. Costruzioni … More Neobar(occhi): Sorgenti Libere a Torre Vado

PAPA CAJAZZU – Novella inedita di Francesco Greco

* Com’è e come non è, dagli oggi e dagli domani, alla fine Papa Cajàzzu rimase prenu (gravido). Per la vergogna si chiuse nella canonica spargendo voce che doveva studiare i “sacri testi” perché doveva andare a fare gli esercizi spirituali a San Giovanni in Laterano, e quindi non voleva essere disturbato. Solo la perpetua, … More PAPA CAJAZZU – Novella inedita di Francesco Greco