“Sulla scivolosità di certe mattine e le inaspettate metafore che ne derivano” di Giacomo Maria Leoni (gramuglio)

Il rumore è quello della saturazione che non lascia pensare, del fischio a sfumare in lontananza, prima in un orecchio solo, poi stereofonico; il colore quello dello stordimento bianco nucleare; il vetro che ci separa l’ennesima, inutile tortura della Democrazia. Non c’è niente di peggio di una trasparenza che ovatta le nostre vite, o dell’interfonico … More “Sulla scivolosità di certe mattine e le inaspettate metafore che ne derivano” di Giacomo Maria Leoni (gramuglio)

"La finestra di Ames" di Giacomo Maria Leoni (gramuglio)

Christine non è altro che un’ennesima bionda, ma ha dimenticato tutto. Com’è iniziata, il vino bianco, casa mia, la festa nel palazzo, la corsa in taxi. Ha detto che l’unica cosa, sì, tra Am Brill e il ponte della stazione centrale, qualcosa è successo, che era tutto un po’ molle, indefinito, amorfo, come quando gli … More "La finestra di Ames" di Giacomo Maria Leoni (gramuglio)

gramuglio (Giacomo Maria Leoni) – Il vangelo secondo Pilato

Lo avevamo letto in “Fotocronaca di un riscontro d’aria” (… trovarsi, esserci, dove, con quale risposta emotiva rispetto al contesto, è uno stato di continua possibile metamorfosi, stabilito non è nulla se non quell’unico segno tracciato idealmente sul foglio come – nodo – sul quale scorrere la fune dei flash ideativi con cui l’autore “sorveglia” che … More gramuglio (Giacomo Maria Leoni) – Il vangelo secondo Pilato

Giacomo Maria Leoni: Fotocronaca di un riscontro d’aria (nota di lettura Doris Emilia Bragagnini)

La sensazione più facilmente “registrabile”, la prima a investire dal punto di vista percettivo alla lettura dei testi di Giacomo Maria Leoni, è una condizione di sfasamento, disorientamento, dovuto alla continua alternanza dei piani di riferimento: spazio/tempo, tu/io, fuori/dentro la propria interiorità. Continua alternanza, nella contratta ricerca di un punto combaciante di senso, dove attraverso … More Giacomo Maria Leoni: Fotocronaca di un riscontro d’aria (nota di lettura Doris Emilia Bragagnini)