(An Apple a Day) Fernando Della Posta: Tergiversare sospesi

Tergiversare sospesi
come fantasmi al mondo
nei risvegli della convalescenza.
I cifrari si riducono all’osso
e l’alfabeto dell’essenziale
riacquista la sua importanza
camminando lungo un percorso a ritroso
di stazioni sfumate.
La sorpresa che fa bene
è quella dei volti che si rivelano alla luce
e che ci rimettono al mondo
con la sicura delicatezza dei gesti
e dei discorsi, come i nuovi padroni
accolgono in casa il cucciolo
strappato alla nidiata,
che deve ricominciare
a fare lunghi sorsi di vita.


2 risposte a "(An Apple a Day) Fernando Della Posta: Tergiversare sospesi"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...