Iolanda La Carrubba, Abele Longo: “Giri di vite -Turns of the screw”

Giri di vite C’era una matita incerta che presa dalla scoperta di polvere di grafite si trovò un giorno sfaldata da tanti giri di vite. Tutta sola e sconsolata finì nella pattumiera tra torsoli forestiera.   Turns of the screw There was a pensive pencil intoxicated by the discovery of graphite dust who one day … More Iolanda La Carrubba, Abele Longo: “Giri di vite -Turns of the screw”

a bit of pythons

* ** Ho cercato soprattutto di proteggere me stesso. Nel momento in cui qualcosa diventa di successo s’innesca l’istinto a fare sempre la stessa cosa. Si scopre che tutto un sistema si trova ad operare intorno a te, in cui tutti si aspettano la stessa cosa. Ti pagano  bene solo se fai la stessa cosa, … More a bit of pythons

Leopardi: Dialogo di un folletto e di uno gnomo

  Giacomo Leopardi – Dialogo di un folletto e di uno gnomo (Operette morali) Giacomo Leopardi: Dialogo di un folletto e di uno gnomo (Operette morali) Folletto. Oh sei tu qua, figliuolo di Sabazio? Dove si va? Gnomo. Mio padre m’ha spedito a raccapezzare che diamine si vadano macchinando questi furfanti degli uomini; perché ne … More Leopardi: Dialogo di un folletto e di uno gnomo

Jan Švankmajer: Cibo

“Mangiare assume una dimensione fortemente erotica, ma può anche diventare un atto cannibalistico attraverso cui tutta la misantropia accumulata viene espulsa. Si tratta in ogni caso di un’attività ludica, e in quanto tale va oltre l’esigenza di riempire lo stomaco.” Jan Švankmajer Il “cannibalismo” di cui parla Švankmajer caratterizza Jídlo (Cibo), cortometraggio del 1992 realizzato … More Jan Švankmajer: Cibo

Antonella Foderaro: Il monaco e il pesce

La follia è un tema musicale di origine portoghese tra i più antichi della musica europea  e nasce tra il XVI ed il XVII secolo come una danza popolare ballata da pastori e contadini. Introdotta nel ‘600 nella musica “colta” (nella variante detta  “tarda follia”), essa è stata usata da innumerevoli compositori, non ultimo, nel … More Antonella Foderaro: Il monaco e il pesce