Giancarlo Locarno: Leonardo, Pierre Duhem e il cosmo alla fine del medioevo

Leonardo da Vinci  nel codice Hammer-Leicester  f1B-36r  descrive un esperimento che dovrebbe dimostrare come il colore azzurro si può generare dalla luce che colpisce un corpo traslucido su uno sfondo nero, ne trae la conseguenza che anche il colore del cielo sia allora originato da uno sfondo nero, che non è altro che il buio … More Giancarlo Locarno: Leonardo, Pierre Duhem e il cosmo alla fine del medioevo

Giancarlo Locarno: Gu Cheng – Occhi neri per cercare la luce (Neobar eBooks)

Tra gli autori cinesi contemporanei che meno ha subito l’influsso dell’occidente. Le sue poesie respirano l’atmosfera della poesia cinese classica, sfrutta l’intrinseca particolarità dei caratteri di non specificare il numero, spesso il genere e i tempi verbali, per costruire una poesia nella quale si conta anche sulla sensibilità del lettore, per interpretare una sorta di … More Giancarlo Locarno: Gu Cheng – Occhi neri per cercare la luce (Neobar eBooks)

Giancarlo Locarno: “Presagi di salvezza” di Daniela Fontana

La caratteristica principale che mi balza agli occhi nella silloge poetica “Presagi di Salvezza” di Daniela Fontana è quel suo perenne oscillare tra due situazioni estreme: diciamo di euforia e di precipizio. Una poesia che proprio quando sembra  condividere una meditazione del mondo osservata dall’alto dei cieli, immediatamente dopo si trova scaraventata nel profondo degli … More Giancarlo Locarno: “Presagi di salvezza” di Daniela Fontana

Giancarlo Locarno: Traducendo Mémoire di Rimbaud

Rileggere Rimbaud per me significa tornare all’origine del mio interesse per la poesia, al momento in cui dall’adolescenza si comincia a diventare adulti, con la paura di non essere attrezzati per affrontare il mondo così grande  e costituito da un amalgama  di cose troppo concrete, ma nello stesso tempo con una grande speranza nel futuro. … More Giancarlo Locarno: Traducendo Mémoire di Rimbaud

Xu Lihzi – Rapporto sulla morte di una nocciolina (Giancarlo Locarno)

Xu Lizhi (1990- 2014) era un poeta ma anche un lavoratore migrante, apparteneva a quella moltitudine di persone che dalla enorme provincia cinese si trasferiscono nelle città come Shenzhen per fuggire la miseria cercando un lavoro, e lo trovano solitamente precario. Lavorava come operaio  alla Foxconn, una società di Taiwan, la più grande fabbrica al … More Xu Lihzi – Rapporto sulla morte di una nocciolina (Giancarlo Locarno)

Giancarlo Locarno: La “Poesia operaia” di Zhen Xiaoqiong

  Il saggio di Giusi tamburello: “Quando la poesia si fa operaia” (Aracne editrice 2019), del quale consiglio la lettura, introduce molto bene ad un aspetto della poesia cinese contemporanea, quello dei poeti operai che lasciano i villaggi per riversarsi nelle città vivendo di infiniti lavori precari, cercando un riscatto anche attraverso la scrittura poetica, … More Giancarlo Locarno: La “Poesia operaia” di Zhen Xiaoqiong

Giancarlo Locarno: Duoduo – La delusione nel dominare il reale

Duo Duo (多多)  pseudonimo di Li Shizheng (栗世征), è uno dei poeti Cinesi più rappresentativi e interessanti, è nato nel 1951 a Pechino, appartiene al gruppo dei poeti Menglong (朦胧), cioè “nebbiosi”, “sfocati”, “oscuri”, che erano così invisi al governo cinese. Molti di loro, tra i quali Duoduo, negli anni 70 furono inviati nelle comunità … More Giancarlo Locarno: Duoduo – La delusione nel dominare il reale