Vincenzo Ammaliato: Renzi a spasso sulla Domitiana (di Abele Longo)

Renzi a spasso sulla Domitiana (Renzi ‘ngopp ‘a Domiziana) di Vincenzo Ammaliato – progetto collettivo con Giovanni Izzo, Peppe Ammaliato (soggetto), Eliano Imperato (montaggio), Gianfranco Voglio (musiche). Se un giorno d’estate Matteo Renzi… ovvero la sua sagoma portata a spasso per Castel Volturno. Ma cominciamo con ordine: Castel Volturno, città in provincia di Caserta dipinta … More Vincenzo Ammaliato: Renzi a spasso sulla Domitiana (di Abele Longo)

La rivolta ungherese del 1956 nelle foto di John Sadovy

Ho appena visitato alla Europe House di Londra – dove ci sono ma chissà per quanto ancora tutte le bandierine dell’Unione Europea – la mostra dedicata alle foto di John Sadovy (1925-2011) della rivolta in Ungheria, che ebbe luogo esattamente sessant’anni fa, dal 23 ottobre al 10 novembre 1956. L’insurrezione, nello spirito anti sovietica e … More La rivolta ungherese del 1956 nelle foto di John Sadovy

Maurizio Manzo: Roglio, furrìsca e callentèddu (Su callentèddu)

SU CALLENTEDDU Pò ìs picciocchéddusu le macerie sono come un parco giochi, come le giostre, meraviglie create dalla negligenza. Rolando Musu quel giorno fìara zaccàu e l’unica cosa che lo calmava, era la luce che sfoddàva sù ciorbèddu, filtrava dal tetto, dalle finestre dai piani de asùtta, eri nel ventre di una balena sderrùtta, che … More Maurizio Manzo: Roglio, furrìsca e callentèddu (Su callentèddu)

Maurizio Manzo: Roglio, furrìsca e callentèddu (Sa Scafa)

SA SCAFA “Tua mamma fa la puttana.” Così dissi a quello che sarebbe diventato il mio migliore amico tra i sei e i dodici anni. Allora, le finestre dove abitavo donànta in sa bìa strìnta, avevo cinque anni e nei is bàscius, era arrivata a bìvi una nuova famiglia. Avevo la fronte appoggiata a sa … More Maurizio Manzo: Roglio, furrìsca e callentèddu (Sa Scafa)

Plinio Perilli: Essere uno – in margine alle "Macerazioni" di Nina Maroccolo

Essere Uno   (in margine alle Macerazioni di Nina Maroccolo – mostra e “performance” condivisa: tra musica, poesia e amicizia…)      Una delle circostanze in genere più scontata – anche leziosa – delle varie e assortite presentazioni di mostre d’arte o letture di poesia, è ricadere al solito nell’ennesimo rito delle chiacchiere agiografiche, poi … More Plinio Perilli: Essere uno – in margine alle "Macerazioni" di Nina Maroccolo

Maurizio Manzo: Roglio, furrìsca e callentèddu (Lellina)

“Arrò du tìridi sfoddarèddu mi dàri!” Mentre mi si avvicinava, Lellina, urlava quello a cui aveva appena assistito, ùnu scèrtu stravanàto, quattro lillòni chi ànti fàttu s’ankàra di passare davanti a Carèna scarenàu, che li ha lasciati quasi morti in terra. Con Lellina si bièmusu ai giardini pubblici, ci viàra una cricca nòa e da … More Maurizio Manzo: Roglio, furrìsca e callentèddu (Lellina)

Maurizio Manzo: Roglio, furrìsca e callentèddu (Upim)

UPIM Avviene così, inaspettato, ogni nostro passaggio che permetta scoperta, a volte prima della nostra decisione ti sìccara, nel bene e nel male, ti mùssiara in kònca a tìpu prùppu. Uscire dal quartiere, a sette ott’ànnusu, è un po’ come andare in guerra, hai la sensazione di non tornare o de ‘ndi torrài struppiàu. Il … More Maurizio Manzo: Roglio, furrìsca e callentèddu (Upim)

Maurizio Manzo: Roglio, furrìsca e callentèddu (Roglio)

ROGLIO Non so cosa tutto vedesse de pìzzusu delle sue lunghe gambe, ma Cònk’e casciòne planava a tipo condor a scioddài tutte la bardùffule a ròglio lanciando la sua bardùffula. Cùssu mengiàno, Cònk’e casciòne frantumò 12 trottole che a turno sostavano a ròglio. A ròglio ci sta chi sbaglia il suo lancio, chi non riesce … More Maurizio Manzo: Roglio, furrìsca e callentèddu (Roglio)

Maurizio Manzo: Roglio, furrìsca e callentèddu (Sa Posta)

SA POSTA Dove sono nato ti perdi in mezzo al mare. Puoi cercare di aggirare la città che ti spunta sempre il mare davanti agli occhi, t’allùpara. Per non parlare della luce che ti lascia allocchiàu, cosa che ti rimane negli occhi fino a quando li chiudi e che finisce quasi sempre con illuminarti i … More Maurizio Manzo: Roglio, furrìsca e callentèddu (Sa Posta)

La gita fuori porta – Fernando Della Posta, inedito.

Nelle contrade perdute dove il papavero bacia la bocca del leone e il cardo esplode come fuoco e buca le nuvole, e dove gli ulivi striano d’argento il cielo più azzurro che c’è, lì ci si spinge quando il senno sta per rovinare giù dal piedistallo fino a terra nelle città insofferenti e d’asfissia dalle … More La gita fuori porta – Fernando Della Posta, inedito.

“Le vie del sacro” di Kazuyoshi Nomachi (Doriano Ciardo)

    “Le vie del sacro” di Kazuyoshi Nomachi – in mostra a Roma fino al 4 maggio 2014 Il museo MACRO La Pelanda di Roma (zona Testaccio) celebra in questi giorni con una esclusiva mostra antologica, la prima assoluta in Occidente, Kazuyoshi Nomachi. Un viaggio straordinario dagli anni ’70 ai nostri giorni in circa … More “Le vie del sacro” di Kazuyoshi Nomachi (Doriano Ciardo)