Doris Emilia Bragagnini: “Claustrofonia” – Nota di lettura di Franca Alaimo

Nota di lettura a – “Claustrofonia” Doris Emilia Bragagnini – Ladolfi editore 2018 – di Franca Alaimo Qual è lo spazio chiuso in cui s’affollano i suoni se non il teatro dell’anima con le sue visioni indecifrabili, che non appartengono al visibile e tutt’al più sostano ai piedi di un muro, dietro una porta, dentro … More Doris Emilia Bragagnini: “Claustrofonia” – Nota di lettura di Franca Alaimo

“CLAUSTROFONIA – sfarfallii – armati – sottoluce” di Doris Emilia Bragagnini, prefazione di PLINIO PERILLI

Tu voce che vieni dagli inferi smessi (A Doris Emilia Bragagnini, claustrofonica nonché ipernauta… Fra il cuore dinosauro e il niente che tiene) In principio era il verbo… Ovviamente andiamo scrivendolo con la minuscola – nessuna tentazione di mimare, esplorare un nuovo incipit da Quinto Evangelio. E il verbo non è presso Dio – ma … More “CLAUSTROFONIA – sfarfallii – armati – sottoluce” di Doris Emilia Bragagnini, prefazione di PLINIO PERILLI

Fausta Genziana Le Piane: “Oltreverso” di Doris Emilia Bragagnini

  “Finalmente dirlo – nel lasciarlo andare” Doris Emilia Bragagnini: quando la poesia è vertigine   Cominciamo dal titolo e dalla copertina: OLTREVERSO, il latte sulla porta, ZONAcontemporanea, 2012. Due gli elementi in entrambi i casi: la porta ed il latte. La porta: è socchiusa, si entra dunque ma  si lascia entrare – e nello … More Fausta Genziana Le Piane: “Oltreverso” di Doris Emilia Bragagnini

Intervista Senza Domande a Doris Emilia Bragagnini (di Flavio Almerighi)

OLTREVERSO (il latte sulla porta) di Doris Emilia Bragagnini – ed. ZONA contemporanea 2012 Ho gradito moltissimo la lettura di questa silloge di Doris Emilia Bragagnini, e poco importa se il libro è uscito cinque anni fa, buon segno, significa che la poesia non è invecchiata. Il libro è composto da una nutrita raccolta di … More Intervista Senza Domande a Doris Emilia Bragagnini (di Flavio Almerighi)

QUEL LUOGO DELLE SABBIE di Villa Dominica Balbinot – nota di lettura Doris Emilia Bragagnini

Poesia “estrema, apocalittica, mistica, numinosa, oscura, divinatoria, seducente, sconcertante, impervia, trascendente, vertiginosa… “ solo alcuni degli aggettivi attribuiti, da accreditati estimatori, alla fervida espressività dei versi di Villa Dominica Balbinot.   In più occasioni maggiormente comparata con Lautréamont, Baudelaire, Mallarmé, la poesia di Villa Dominica Balbinot è territorio da cui difficilmente si esce senza ferirsi, … More QUEL LUOGO DELLE SABBIE di Villa Dominica Balbinot – nota di lettura Doris Emilia Bragagnini

“Cosa resta” e inediti di Enrico Marià

  “… Se è vero che uno dei mali della poesia contemporacontemporanea è il minimalismo, o meglio la concezione fondamentalmente narcisistica secondo cui la sincerità è la garanzia ultima dell’arte perché la (propria) realtà è dicibile senza scarti e senza mediazioni stilistiche, allora affrontando la poesia di Enrico Marià occorre adeguare il proprio punto di … More “Cosa resta” e inediti di Enrico Marià

gramuglio (Giacomo Maria Leoni) – Il vangelo secondo Pilato

Lo avevamo letto in “Fotocronaca di un riscontro d’aria” (… trovarsi, esserci, dove, con quale risposta emotiva rispetto al contesto, è uno stato di continua possibile metamorfosi, stabilito non è nulla se non quell’unico segno tracciato idealmente sul foglio come – nodo – sul quale scorrere la fune dei flash ideativi con cui l’autore “sorveglia” che … More gramuglio (Giacomo Maria Leoni) – Il vangelo secondo Pilato